Traduzioni tecniche? prima la qualità, poi la rapidità

biellaIn passato (adesso di tempo libero non ne ho più) ho preso lezioni di cucito da una sarta. Mentre lavoravamo e mi spiegava come fare, mi ripeteva spesso: “prendi bene le misure, perché si può tagliare una volta sola!“. Meglio misurare bene e spendere qualche minuto in più nelle fasi cruciali per sprecare meno materiale e per non rischiare di dover buttare via ciò che si è tagliato male e non può essere utilizzato.

Lo stesso dicasi della traduzione tecnica, dove è necessario limitare gli errori nella costruzione sintattica e dove non è ammesso spreco di materiale, cioè di parole. La mancanza di accuratezza nelle traduzioni tecniche ha lo stesso effetto che eventuali errori di misurazione, cifre e descrizioni sbagliate potrebbero avere sulla realizzazione di un prodotto, che risulterebbe  inefficace, se non addirittura pericoloso per la sicurezza dei consumatori/utenti. Basti pensare alle conseguenze che possono avere delle istruzioni tradotte male e quindi non comprensibili per un costruttore di macchinari o prodotti tecnologici.

Più in fretta viene svolta la traduzione – magari per stare al passo con i tempi di lancio sul mercato dei prodotti del cliente – più aumenta il rischio di errore. Alcune aziende sottovalutano l’importanza di una localizzazione ben fatta, dando la priorità alla rapidità, con tutto ciò che ne consegue: imprecisioni, istruzioni non chiare, ecc.

Ma è importante per un’azienda non sacrificare l’accuratezza dei contenuti in nome della deadline. Esistono delle buone pratiche di traduzione e localizzazione, grazie alle quali i produttori possono ottenere un servizio di traduzione con tempistiche sostenibili garantendo al contempo la qualità dei contenuti, che devono essere adeguati al mercato di destinazione.

1. Lavorate con un traduttore o un team di traduttori specializzati

Stabilire un rapporto di fiducia con il traduttore che collaborerà con voi è vitale. Tanti esperti linguisti possono essere in grado di tradurre testi parola per parola, ma un buon traduttore tecnico sa che senza contesto o familiarità con il gergo tecnico, la traduzione può risultare incomprensibile.

I traduttori con esperienza in ambito tecnico sono in grado di assicurare qualità e accuratezza, ma anche rapidità, grazie alla propria familiarità con il settore e alla capacità, quindi, di carpire le varie sfumature di significato senza dover interrompere o rallentare il flusso di lavoro per chiedere chiarimenti. Collaborare in maniera continuativa con lo stesso traduttore permetterà di ottimizzare ulteriormente, dato che non servirà formare o istruire una persona nuova per ogni progetto.

Anche l’affiancamento di un ingegnere o di personale interno di riferimento per il traduttore è un’altra idea molto utile, poiché rappresenta un valido aiuto nella chiarificazione di termini chiave.

2. Suddividete grandi progetti 

Alcuni progetti constano di pagine e pagine di documenti tecnici o istruzioni, con centinaia di migliaia di parole. Tradurre un documento di tali dimensioni potrebbe risultare in un numero indefinito di errori, e ciò richiederà una lunga e faticosa revisione.

Invece di tradurre tutto in un’unica soluzione, frammentare progetti di grandi dimensioni in progetti più piccoli può contribuire a migliorare i tempi di consegna e il livello di qualità del testo.

Anche i CAT (computer assisted technology) tools, come  le memorie di traduzione (Translation Memory, TM), possono velocizzare il processo di localizzazione permettendo ai Project Manager di creare automaticamente database terminologici settoriali con i termini ricorrenti. Questi strumenti permettono di risparmiare operazioni ripetitive e quindi di concludere più in fretta progetti di grandi dimensioni.

3. Controllare la qualità da subito

I progetti di traduzione più efficaci non vengono sottoposti al controllo di qualità soltanto a fine lavori, perché questo potrebbe provocare costosi ritardi, qualora il contenuto necessiti di revisione o rielaborazione.

Rivedere e corregere contenuti localizzati mentre i contenuti stessi vengono tradotti rappresenta un’opportunità di risparmio in termini di tempo e di denaro. Anziché chiedere chiarimenti dopo aver terminato la traduzione, un revisore può verificare la terminologia direttamente insieme ai traduttori e agli ingegneri, mentre il flusso di produzione dei contenuti va avanti in modo coerente. Un tool con memorie di traduzione può anche aiutare i traduttori ad effettuare ricerche terminologiche durante il processo di localizzazione.

 

4. Rapidità e qualità senza compromessi

Una buona gestione del progetto garantisce velocità e accuratezza stabilendo i processi necessari per garantire contenuti di qualità rispettando le deadline prefissate. Con una buona pianificazione le aziende possono fare affidamento su un connubio di automatizzazione, revisione e localizzazione per avere successo anche nei mercati internazionali.

Buona traduzione tecnica!

S.

Liberamente tratto da questo articolo

Written by

Translator & Interpreter